Traditio Scalabriniana

La „Traditio Scalabriniana. Una traccia da sviluppare“ è stata pubblicata nel 2000 dai tre Istituti della Famiglia Scalabriniana. In essa vengono delineati i tratti essenziali che caratterizzano l’impegno dei membri della Famiglia Scalabriniana a favore dei migranti e dei rifugiati: tratti che danno unità e valorizzano al tempo stesso le diversità presenti nella Famiglia Scalabriniana.

Nel 2005 ha preso avvio le collana „Traditio Scalabriniana. Approfondimenti, Testimonianze, Meditazioni“, che contiene contributi in italiano, inglese, spagnolo e portoghese. Si può avere accesso ai testi completi dell’intera collana al seguente link: Traditio Scalabriniana.
Qui di seguito sono elencati solamente i contributi del CSERPE.

  • Chiesa e rifugiati: alcune riflessioni Nel cercare di mettere a fuoco il cammino della chiesa con i rifugiati sono consapevole che non stiamo parlando di due realtà che stanno una accanto all’altra. Non pochi rifugiati, infatti, sono cattolici: essi stessi, dunque, sono chiesa. Fermare l’attenzione su questo binomio significa, invece, provare a riflettere sul dono specifico che la fede cristiana ...
  • Non conoscevo la realtà dell’emigrazione Quando ho lasciato il mio paese di origine e sono arrivata a Stoccarda (Germania) per iniziare il mio cammino nella comunità delle missionarie secolari scalabriniane, non conoscevo la realtà dell’emigrazione. Sono nata e cresciuta in Italia vicino a Milano e sono, per così dire, la prima e finora l’unica migrante nella mia famiglia! Oggi, a distanza ...
  • La virtù dell’accoglienza L’accoglienza, ha scritto il card. Kurt Koch, «ha un significato così fondamentale, da doverla annoverare fra quelle affascinanti caratteristiche attraverso le quali la Chiesa di Gesù Cristo può e deve essere riconosciuta: la Chiesa è la Chiesa una, santa, cattolica, apostolica e ospitale». Di fatto si potrebbe e si dovrebbe riscrivere la storia della Chiesa ...